Tecniche di colorazione per il body paint

Pubblicato da admin il

Il body paint è una tecnica di pittura che prevede la colorazione del corpo. Si usano speciali pitture atossiche che sono idonee a entrare in contatto con la pelle. Ha una tradizione abbastanza antica, anche se nei tempi moderni sono state adottate tecniche pittoriche diverse e sempre più sofisticate. Vediamo di seguito quali sono queste innovazioni, e come si mettono in atto. Si ricorda al lettore che per ulteriori informazioni sul mondo del body paint è possibile consultare questa pagina web.

La tecnica originale del body paint prevede l’uso di pennello e spugnetta. Oggi però si fa anche largo uso dell’aerografo. Questo è un apparecchio che spruzza vernice, nebulizzandola grazie l’aria compressa. Con questo strumento è possibile realizzare lavori estremamente precisi. È ideale per la creazione di linee sottili per esempio, o per creare effetti come il chiaroscuro o le sfumature – o campiture – di colore. L’effetto sarà ottimale!

Per quanto riguarda invece il colore anche ci sono delle evoluzioni. Anche se le colorazioni naturali restano sempre in voga, oggi si ricorre molto anche a vernici sintetiche. In entrambi i casi i risultati saranno sorprendenti. Queste vernici tuttavia hanno una composizione ottimale, che nel corso del tempo è migliorata parecchio. Ci sono anche moltissimi colori e sfumature, effetti, che si possono ottenere grazie all’uso di colori sintetici. Parliamo per esempio dell’effetto metallizzato, dell’opaco o del fluorescente.

Le colorazioni naturali sono prettamente composte da henné. Si tratta della vernice più antica, e viene ottenuta tramite l’essiccazione e la polverizzazione di vegetali, mischiati con acqua. Le pitture sintetiche invece possono essere diverse. Abbiamo i pennarelli, pratici da usare anche per creare dettagli molto piccoli e precisi – ma inutili nella colorazione di zone vaste in quanto la punta è molto piccola. I colori acrilici invece seccano subito, ma è meglio non tenerli a lungo sulla pelle. Si possono applicare con pennarelli o aerografo. Infine ci sono i colori a tempera, che offrono un’ampia gamma di possibilità, ma resistono davvero poco: con l’acqua si sciolgono rapidamente. Tuttavia sono abbastanza diffusi, soprattutto per creare lavori di impatto visivo, che però non è necessario durino a lungo sulla pelle.